Pubblicazione delle modifiche al Regolamento UE sui cosmetici per l’ossido di zinco e l’idrossido di potassio

BIORIUS è lieta di informarti che sono state pubblicate le modifiche al Regolamento UE sui cosmetici relative all’ossido di zinco e all’idrossido di potassio.

La pubblicazione di nuovi emendamenti non è sempre sinonimo di cattive notizie e queste due modifiche agli allegati del Regolamento UE sui cosmetici erano attese da anni.

La prima (UE n. 621/2016) riconosce ufficialmente l’uso dell’ossido di zinco come filtro UV e l’allegato VI del Regolamento UE sui cosmetici è stato aggiornato di conseguenza. Sia la forma normale che quella nano possono ora essere utilizzate come filtro UV fino al 25% (ad eccezione delle applicazioni che possono comportare l’esposizione dei polmoni dell’utente finale per inalazione, dove l’uso dell’ossido di zinco non è consentito).

Inoltre, l’uso della forma nano è condizionato da diversi e rigorosi criteri di purezza:

  • purezza ≥ 96 %, con struttura cristallina wurtzite e aspetto fisico di cluster a forma di bastoncino, stella e/o isometrica, con impurità costituite solo da anidride carbonica e acqua, mentre qualsiasi altra impurità è inferiore all’1 % in totale
  • diametro mediano della distribuzione dimensionale del numero di particelle D50 (50 % del numero inferiore a questo diametro) > 30 nm e D1 (1 % inferiore a questa dimensione) > 20 nm  solubilità in acqua < 50 mg/L
  • non rivestiti o rivestiti con trietossicaprilisilano, dimeticone, dimetossidifenilsilanetetossicaprilisilano crosspolimero o ottil trietossisilano.

Nel caso in cui entrambe le forme vengano utilizzate negli stessi prodotti, il livello massimo di utilizzo del 25% si applica alla combinazione di ossido di zinco normale e nano.

Tieni presente che l’allegato IV della legislazione non è stato ancora modificato, il che significa che (almeno in teoria) l’uso del nano ossido di zinco come colorante è ancora regolato dalle disposizioni dell’articolo 16 sulla notifica dei nanomateriali alla Commissione UE.

La seconda modifica (UE n. 622/2016) riconosce ufficialmente l’uso dell’idrossido di potassio come ammorbidente/eliminatore di callosità e l’Allegato III è stato aggiornato per evidenziare questo cambiamento. Il livello massimo di utilizzo dell’Idrossido di Potassio in questa categoria di prodotti è dell’1,5% e devono essere riportate le seguenti indicazioni di precauzione: Contiene alcali, Evitare il contatto con gli occhi, Tenere fuori dalla portata dei bambini Leggere attentamente le istruzioni per l’uso.

Ci sono domande?

Author