Regolamento cosmetici

Regolamento cosmetici

Regolamento cosmetici: La formulazione di un cosmetico è una fase importante quando si considera il lancio di un nuovo prodotto. In questa fase così precoce dello sviluppo, il progetto è ancora delicato e richiede cure adeguate e decisioni sagge. È un po’ come il seme di un grande albero, che deve essere piantato in un terreno fertile.

Biorius:

  • È specializzato nella regolamentazione cosmetica in Europa, nel Regno Unito, negli Stati Uniti e in oltre 60 paesi
  • È composto principalmente da esperti di processi regolamentari, specialisti, tossicologi e scienziati (chimici e biologi)
  • Ha oltre 1.500 clienti internazionali
  • Ha valutato più di 100.000 prodotti
  • In 15 anni di attività non ha mai avuto problemi di conformità (multe, ritiri dal mercato, ecc.)

Regolamentazioni cosmetiche in Europa

L’Europa ha una delle regolamentazioni cosmetiche più complesse al mondo, ma è anche un mercato redditizio con quasi 500 milioni di consumatori. L’Europa, insieme agli Stati Uniti, è il più grande mercato mondiale dei prodotti cosmetici (valutato 80 miliardi di euro al dettaglio nel 2021). Tuttavia, garantire la conformità di un prodotto cosmetico alla regolamentazione europea dei cosmetici e a diversi altri quadri normativi europei o nazionali prima di lanciarlo sul mercato può essere un percorso lungo e pieno di ostacoli per i marchi di cosmetici. Come elegantemente afferma una legislazione europea: “Nessun dato, nessun mercato”.

Definizione dei prodotti cosmetici nell’UE secondo il regolamento 1223/2009: ogni sostanza o miscela destinata a essere messa in contatto con le diverse parti esterne del corpo umano (epidermide, sistema capillare, unghie, labbra e organi genitali esterni) o con i denti e le mucose della cavità orale esclusivamente o principalmente per pulirle, profumarle, modificarne l’aspetto e/o correggere odori corporei e/o proteggerle o mantenerle in buono stato.

Ogni prodotto cosmetico commercializzato sul mercato dell’Unione Europea deve avere determinati elementi obbligatori e Biorius fornisce assistenza completa per tutti questi elementi. Per conformarci a queste esigenze, solitamente seguiamo un processo in 5 fasi:

  1. Esame della formula
  2. Rapporto sulla sicurezza dei prodotti cosmetici (RSPC o Rapporto Sicurezza Prodotto Cosmetico parti A e B) firmato da un tossicologo
  3. Esame delle etichette e delle affermazioni
  4. Preparazione del DIP (Dossier Informazione Prodotto) completo e notifica UE CPNP (Cosmetic Products Notification Portal)
  5. Agire come persona responsabile dell’UE”

Regolamento cosmetici Europa

Persona Responsabile in Europa

La Persona Responsabile in Europa (con uffici in Europa) è un obbligo legale e è completamente obbligatoria. Biorius può anche essere la Persona Responsabile dell’UE e sarà quindi responsabile dei seguenti elementi:

  • Proteggere il vostro marchio da problemi di conformità.
  • Rispondere a tutte le domande legali legate al regolamento europeo sui cosmetici.
  • Rispondere a tutte le domande delle autorità nazionali competenti (27 Stati membri dell’UE).
  • Gestire tutte le ispezioni delle autorità di vigilanza competenti.
  • Monitorare da vicino gli sviluppi e i cambiamenti normativi (e l’impatto che possono avere sui vostri prodotti).
  • Gestire tutte le questioni di cosmetovigilanza (effetti indesiderati) garantendo il follow-up con i consumatori e assicurando la migliore prassi.
  • Mantenere aggiornate tutte le pratiche relative ai prodotti cosmetici.

Il ruolo di Persona Responsabile comporta numerose responsabilità ed è una professione a sé stante. Troverete anche un articolo ben scritto su questo argomento QUI.

Persona Responsabile

Regolamentazioni cosmetiche nel Regno Unito

Il Regno Unito è un mercato importante per i prodotti cosmetici a livello mondiale (valutato 9,9 miliardi di euro al dettaglio nel 2021). Il Regno Unito è uno dei tre principali mercati dei prodotti cosmetici nell’Europa occidentale, dopo la Germania e la Francia (e seguito dall’Italia), e rappresenta l’ottava industria cosmetica più grande al mondo, dietro agli Stati Uniti, alla Cina, al Giappone, all’India, al Brasile, alla Germania e alla Francia. Si prevede che le dimensioni del mercato globale dei cosmetici cresceranno del 25% entro il 2027 e il Regno Unito è spesso considerato come il maggior tasso di crescita nell’Europa occidentale nei prossimi anni.

Il Regno Unito ha ufficialmente lasciato l’Unione europea il 31 gennaio 2020, ma la regolamentazione dei cosmetici nel Regno Unito deriva dal regolamento cosmetico dell’Unione europea 1223/2009. Le aziende cosmetiche avevano tempo fino al 31 dicembre 2020 (periodo di transizione) per conformarsi ai requisiti del “The Product Safety and Metrology etc. (Amendment etc.) (EU Exit) Regulations 2019, Schedule 34”, anche conosciuto come “UK Cosmetics Regulation”. Nel corso degli anni, molte leggi sono state promulgate per proteggere meglio i consumatori, gli animali e l’ambiente, informare meglio gli utenti finali ed armonizzare le leggi nazionali. Di conseguenza, ogni prodotto cosmetico disponibile sul mercato britannico, sia a pagamento che gratuito, deve rispettare una lunga lista di requisiti legali.

Definizione dei prodotti cosmetici nel Regno Unito (basata su “UK Cosmetics Regulation”): ogni sostanza o miscela destinata a essere messa in contatto con le varie parti esterne del corpo umano (epidermide, sistema capillare, unghie, labbra e organi genitali esterni) o con i denti e le mucose della cavità orale, esclusivamente o principalmente per pulirle, profumarle, modificarne l’aspetto e/o correggere odori corporei e/o proteggerle o mantenerle in buono stato.

Le regolamentazioni cosmetiche nel Regno Unito e nell’Unione europea sono più o meno simili, ma ci sono effettivamente alcuni cambiamenti minori (a causa della Brexit). Dopo l’Europa (o viceversa), dovrai effettivamente:

  • Aggiornare il processo regolamentare per il Regno Unito
  • Aggiornare il DIP (Dossier Informazione Prodotto)
  • Effettuare una nuova notifica sul nuovo portale britannico di notifica (SCPN: Submit Cosmetic Product Notification). I prodotti venduti nell’UE e nel Regno Unito devono infatti essere notificati sia nel CPNP dell’UE (Cosmetic Products Notification Portal) che nello SCPN del Regno Unito (Submit Cosmetic Product Notification)
  • Designare una persona responsabile situata nel Regno Unito.

Regolamento cosmetici Regno Unito

Persona Responsabile Regno Unito

La Persona Responsabile nel Regno Unito (con uffici nel Regno Unito) è un obbligo legale. Biorius può agire anche come Persona Responsabile nel Regno Unito e sarà pertanto responsabile dei seguenti aspetti:

  • Proteggere il tuo marchio da problemi di conformità.
  • Rispondere a tutte le domande legali correlate al regolamento britannico sui cosmetici.
  • Affrontare tutte le domande delle autorità nazionali competenti nel Regno Unito.
  • Gestire tutte le ispezioni delle autorità di sorveglianza competenti.
  • Monitorare da vicino gli sviluppi e i cambiamenti normativi (e il loro impatto sui tuoi prodotti).
  • Gestire tutte le questioni di cosmetovigilanza (effetti indesiderati), seguendo i consumatori e garantendo il migliore approccio.
  • Mantenere aggiornate tutte le documentazioni relative ai prodotti cosmetici.

Il ruolo di Persona Responsabile comporta numerose responsabilità ed è un lavoro a sé stante. Troverai anche un articolo ben scritto su questo argomento QUI.

Plus d'informations Personne Responsable Royaume-Uni

Regolamentazioni cosmetiche negli Stati Uniti

Gli Stati Uniti d’America rappresentano il più grande mercato dei prodotti di bellezza e cura personale, con un fatturato previsto di 91 miliardi di dollari nel 2023 e una crescita annua prevista del 2,60%. Si tratta di uno dei mercati in più rapida espansione, stimolato da giovani consumatori le cui abitudini d’acquisto sono influenzate dalla predominanza dei social media e del commercio elettronico, soprattutto per quanto riguarda i prodotti cosmetici. Per penetrare in questo mercato, è essenziale rispettare i requisiti normativi relativi ai cosmetici.

Definizione dei prodotti cosmetici negli Stati Uniti secondo il Federal Food, Drug & Cosmetic Act (FD&C Act): sono articoli destinati ad essere strofinati, versati, sparsi o vaporizzati sul corpo umano, introdotti in esso o altrimenti applicati, al fine di pulire, abbellire, favorire l’aspetto o modificare l’apparenza. Questa definizione include prodotti come idratanti per la pelle, profumi, rossetti, smalti per unghie, trucchi per occhi e viso, shampoo, permanenti, coloranti per capelli, dentifrici e deodoranti, nonché qualsiasi materiale destinato ad essere utilizzato come componente di un prodotto cosmetico.

Gli Stati Uniti sono una nazione libera (la terra della libertà). Le parole chiave negli Stati Uniti sono: libertà e responsabilità. È ovviamente vietato mettere sul mercato americano un prodotto pericoloso ed è molto importante assicurarsi che tutto sia a posto prima di venderlo sul mercato statunitense. Tuttavia, vi è una maggiore libertà nel dimostrare la sicurezza di un ingrediente con un importante lavoro tossicologico preventivo.

Per vendere prodotti cosmetici sul mercato americano, sono necessari i seguenti elementi:

  • Esame della formula
  • TRA (Toxicological Risk Assessment o Valutazione del Rischio Tossicologico)
  • Esame delle etichette e delle dichiarazioni

Un’altra modalità di dirlo sarebbe: è necessario garantire che i propri prodotti siano conformi in caso di ispezione da parte delle autorità. Infatti, potrebbero chiedervi di presentare tutta la documentazione necessaria (esame della formula, esame delle etichette e delle dichiarazioni, valutazione del rischio tossicologico, ecc.) e dovreste essere sicuri di aver compiuto tutte le azioni necessarie per evitare una lunga, difficile e costosa controversia.

Il 29 dicembre 2022 è stato promulgato l’emendamento più importante della regolamentazione cosmetica statunitense dal 1938. La pubblicazione della legge MoCRA (Modernization of Cosmetic Regulation Act) negli Stati Uniti dovrebbe avere un impatto considerevole sull’industria cosmetica, in quanto rafforza il potere della FDA (Food Drug Administration).

Un’altra “complicazione” negli Stati Uniti potrebbe essere legata a certi Stati, con la California come lo Stato più complesso e che comprende:

  • California Air Resources Board
  • California Safe Cosmetic Program
  • Proposition 65
  • Volatile Organic Compounds

Plus d'informations cosmétiques États-Unis

Regolamentazioni cosmetiche in altri paesi

Oltre alle prestazioni, al costo, al potenziale di marketing e a molti altri aspetti, la formula di un prodotto cosmetico deve essere conforme alla legislazione di tutti i paesi e delle regioni target prima di essere lanciata sul mercato. Ciò si applica a tutti i prodotti cosmetici, che siano per la cura della pelle, il trucco o altre categorie. Oltre alla formulazione del prodotto, il profilo tossicologico del prodotto e l’etichettatura fanno parte del processo regolamentare.

La conformità normativa è essenziale per evitare problemi o sanzioni da parte delle autorità competenti e garantire la sicurezza dei prodotti destinati all’uso dei consumatori. Ciò rassicura anche gli importatori e i distributori, agevolando notevolmente i progetti di esportazione. È quindi fondamentale garantire la conformità in tutti i paesi in cui il prodotto cosmetico viene commercializzato.

In quanto esperto di regolamentazioni internazionali e prodotti cosmetici, Biorius supporta i marchi cosmetici nel lancio dei loro prodotti in diverse aree geografiche, offrendo soluzioni chiavi in mano in un’ottica di servizio integrato.

Biorius ha sviluppato un ampio catalogo di servizi dedicati ai marchi cosmetici. Questo comprende una valutazione della sicurezza e della regolamentazione della formula per ciascun paese target. Si tratta di una soluzione rapida ed economica per garantire il potenziale regolatorio di una formula cosmetica.

Inoltre, è necessario prestare grande attenzione alle informazioni obbligatorie per i consumatori e alle comunicazioni di marketing. Ogni paese ha i propri requisiti legali e una dichiarazione completamente accettabile in un paese potrebbe causare gravi problemi di conformità in un altro. Quando l’obiettivo è sviluppare un prodotto con un forte potenziale di internazionalizzazione, probabilmente il miglior approccio è allineare i requisiti di marketing e gli obblighi regolamentari fin dalle fasi iniziali.

Regolamento Cosmetici Internazionale

Certificazioni dei cosmetici

Negli ultimi anni, l’industria cosmetica ha visto aumentare il numero di etichette e certificazioni sui prodotti. Tuttavia, certificare un prodotto non si limita semplicemente ad apporre un’etichetta. Una marca cosmetica deve impegnarsi a rispettare standard ben definiti e significativi. Questi standard sono sviluppati dagli enti di certificazione per includere una serie di criteri, tra cui la conformità legale, le aspettative dei consumatori, la sicurezza dei consumatori e codici etici specifici.

La certificazione del tuo prodotto è importante perché ti consente di condividere informazioni chiare e trasparenti sull’etica del tuo prodotto e del tuo marchio. Ciò ti aiuta a guadagnare la fiducia dei consumatori nei tuoi prodotti e a incrementare la fedeltà dei clienti. In alcuni casi, potresti dover possedere una o più certificazioni per accedere a determinati mercati e catturare l’attenzione di specifiche categorie di consumatori.

Per ottenere la certificazione dei tuoi prodotti cosmetici, è necessario condurre una serie di verifiche da parte di un team di esperti qualificati per garantire il pieno rispetto dei criteri di certificazione.

Biorius offre anche un servizio di certificazione per i prodotti cosmetici:

  • Le nostre certificazioni sono state sviluppate da scienziati, tossicologi, vari esperti e laboratori e garantiscono la conformità alle legislazioni cosmetiche in tutto il mondo.
  • Tutte le nostre certificazioni sono valide e riconosciute a livello internazionale.
  • Le nostre certificazioni possono essere aggiunte all’imballaggio, alle etichette e/o al sito web, offrendo un notevole valore aggiunto.

Certificazioni cosmetici

Certificazione Naturale

Dagli ultimi anni del 2000, a seguito di una serie di rapporti sui presunti pericoli dei cosmetici, i consumatori hanno manifestato un rinnovato interesse per i prodotti di origine naturale e biologica.

Solo nel 2016, il mercato mondiale dei prodotti cosmetici naturali e biologici valeva più di 11 miliardi di euro, rappresentando circa il 5,5% del mercato cosmetico, e ci si aspetta che questo numero raddoppi entro il 2024.

È essenziale, in un settore in continua crescita ed evoluzione, sapersi adattare rapidamente ai cambiamenti del mercato e alle richieste dei consumatori. Negli ultimi anni, si è assistito a un forte aumento del numero di marchi di bellezza che scelgono di certificare i propri prodotti come naturali o biologici.

In un mondo in cui le persone desiderano tornare alla natura, sempre più consumatori cercano prodotti naturali e autentici, determinando un aumento della richiesta di ingredienti provenienti da fonti naturali.

Al giorno d’oggi, i prodotti certificati come naturali/biologici hanno un vantaggio poiché offrono ai consumatori la possibilità di fare scelte informate sui prodotti che intendono acquistare e utilizzare.

Certificazione Naturale e Biologica

Certificazione Vegana

La certificazione vegana evidenzia l’impegno della vostra azienda per il benessere degli animali. Vi permette di sensibilizzare meglio i vostri consumatori sull’etica e sui valori del vostro marchio.

Un prodotto cosmetico certificato come vegano è definito, tra le altre cose, come prodotto fabbricato senza ingredienti o sottoprodotti di origine animale, che non utilizza alcun ingrediente o sottoprodotto animale nel processo di produzione e non è oggetto di test su animali da parte di nessuna società o subappaltatore.

È importante ricordare che il Regolamento Cosmetico Europeo CE No 1223/2009 ha vietato la sperimentazione animale per i prodotti cosmetici nel 2004 e per gli ingredienti cosmetici nel 2009 e nel 2013 (articolo 18). Poiché i Criteri Comuni dell’UE No 655/2013 proibiscono qualsiasi comunicazione di marketing “che lasci intendere che un prodotto fornisca un beneficio particolare quando, in realtà, soddisfa semplicemente i requisiti minimi della legislazione” (criterio di conformità legale, §3), affermare che un prodotto è “cruelty-free” è quindi illegale nell’UE. Attualmente, ci sono pochi modi per fornire tali informazioni ai consumatori senza sollevare problemi di conformità. Tuttavia, l’etichetta “vegano” è un’opzione poiché la sua definizione include, tra gli altri requisiti, l’assenza di sperimentazione animale.

Certificazione Vegana

Certificazione “Reef Friendly”

Negli ultimi anni si è registrato un forte aumento di consumatori sempre più attenti al loro impatto sull’ambiente e sui cambiamenti climatici.

I coralli svolgono un ruolo importante nella creazione degli ecosistemi necessari per la vita marina. Fungono da protezione naturale delle aree costiere riducendo la potenza delle onde che colpiscono la costa e prevenendo attivamente la perdita di vita acquatica e l’erosione costiera.

Un prodotto considerato sicuro per l’uomo non garantisce che sia privo di rischi per l’ambiente o per l’ecosistema acquatico.

Purtroppo, alcuni ingredienti e prodotti chimici presenti nei cosmetici possono avere un impatto negativo sulla vita marina e aumentare l’inquinamento dell’acqua, causando gravi danni ai coralli e alla loro distruzione. Diverse ricerche hanno dimostrato che molti solari contengono ingredienti dannosi per gli ecosistemi marini.

Mostrare un’etichetta che attesti che i vostri prodotti solari non rappresentano alcun pericolo per i coralli è un ottimo modo, come marchio cosmetico, per dimostrare ai consumatori che i vostri prodotti sono innocui per la fauna e la flora marine.

Certificazione Reef Friendly

Contattaci

Hai bisogno di consigli, un preventivo o risposte alle tue domande? Contattaci…

Compila questo modulo o contattaci direttamente: info@biorius.com

Risponderemo il prima possibile!

Da più di 15 anni specialisti nelle Regolamentazioni cosmetiche, Biorius offre una soluzione affidabile e completa per collocare prodotti cosmetici in vari mercati:

  • Specialisti di prima classe nelle regolamentazioni cosmetiche in Europa, nel Regno Unito, negli Stati Uniti e in oltre 60 paesi
  • 50 esperti regolatori, tossicologi, farmacisti e chimici al tuo servizio.
  • Un modello unico che ti garantisce sia la rapida tempestività che servizi di alta qualità. Curioso? Chiedici di saperne di più!
  • Nessun costo nascosto: Biorius non ti addebita alcuna spesa per domande, chiamate o incontri.
  • Uno strumento informatico di prima classe, gratuito e che risparmia molto del tuo tempo.
  • Più di 1.500 clienti internazionali hanno già scelto Biorius!
  • Abbiamo valutato più di 100.000 prodotti e non abbiamo mai avuto problemi di conformità (multe, ritiri dal mercato, ecc.) in 15 anni di attività.

"*" indica i campi obbligatori

Desideri vendere in:*
Hai sentito parlare dei nostri servizi tramite:
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.