Interdizione della 2-cloro-p-fenilendiammina

La 2-cloro-p-fenilendiammina (CAS 615-66-7), compresi i suoi sali di solfato (CAS 61702-44-1) e di cloridrato (CAS 615-46-3), è utilizzata nelle formulazioni per colorare sopracciglia e ciglia. Il Comitato Scientifico per la Sicurezza dei Consumatori (SCCS) ha valutato la sostanza e non ne ha ritenuto sicuro l’uso da parte dei consumatori nei prodotti per la tintura dei capelli, compresi quelli per le sopracciglia e per le ciglia. Il suo potenziale genotossico e i margini di sicurezza insufficienti sono alla base di questa conclusione. Di conseguenza, la Commissione europea ha adottato un emendamento al Regolamento europeo sui cosmetici per vietare questa sostanza e i suoi sali.

La Commissione Europea ha concesso dei periodi di transizione per il divieto di questa sostanza nei prodotti cosmetici:

  • A partire dal 22 novembre 2019, i prodotti per la tintura dei capelli, compresi i prodotti per la tintura delle sopracciglia, e i prodotti per la tintura delle ciglia contenenti tali sostanze non potranno essere immessi sul mercato dell’Unione.
  • A partire dal 22 febbraio 2020 i prodotti per la tintura dei capelli, comprese le tinture per le sopracciglia, e le tinture per le ciglia contenenti tali sostanze non potranno essere messi a disposizione sul mercato dell’Unione”.

Nel contesto dei cosmetici non prodotti nell’UE, “immessi sul mercato” significa “importati”. I prodotti che sono entrati nel territorio dell’UE prima della scadenza del 22 novembre 2019 e che sono già stati notificati sul CPNP possono essere venduti fino al 22 febbraio 2020. Tuttavia, i prodotti che non sono stati sdoganati entro il 22 novembre 2019 non potranno più essere venduti.

Ci sono domande?

Author