Retinolo ed esteri retinici nei prodotti cosmetici

Retinolo ed esteri di retinile: un nuovo approccio per gestire questi ingredienti

16 maggio 2017

Il retinolo e i suoi esteri (Retinyl Acetate, Retinyl Propionate e Retinyl Palmitate) sono ingredienti attivi comunemente presenti nei prodotti per la cura della pelle anti-invecchiamento.

Come comunicato di seguito, il Retinolo e i tre esteri sopra descritti sono stati valutati dal SCCS (Scientific Committee on Consumer Safety). Il parere scientifico, finalizzato nell’ottobre 2016, ha concluso che il retinolo (in combinazione con i suoi esteri) è sicuro se utilizzato allo 0,3% massimo in creme per il viso, creme per le mani e prodotti a risciacquo. Una concentrazione massima dello 0,05% è stata ritenuta sicura se utilizzata nelle lozioni per il corpo.

BIORIUS ha valutato attentamente questo parere scientifico e tende a non essere d’accordo con le sue conclusioni, considerate eccessivamente conservative. Sebbene la legge imponga a BIORIUS di prendere in considerazione i pareri del SCCS nelle sue valutazioni, questi dossier scientifici non sono un atto legislativo e possono essere implementati con una certa flessibilità. Questi ingredienti non saranno regolamentati prima di 2 o 3 anni. Nel frattempo, BIORIUS intende adottare una strategia specifica. Ecco un esempio di questa strategia per una crema viso:

“X” rappresenta la concentrazione massima della somma di Retinolo e dei suoi esteri che può essere utilizzata in modo sicuro in un prodotto cosmetico. Questa percentuale varia a seconda della categoria di prodotti. Per un calcolo accurato di questa percentuale, puoi aprire questo foglio Excel e seguire le istruzioni. Ad esempio, X = 1,25% se nella crema viso viene utilizzato solo Retinolo.

Quando la percentuale di retinolo e dei suoi esteri è superiore alla concentrazione dello 0,3% e inferiore al livello massimo di sicurezza (X), è necessario aggiungere all’etichetta l’avvertenza specifica “Non utilizzare questo prodotto cosmetico con altri prodotti cosmetici contenenti retinolo durante il trattamento”. Questa frase sarebbe meno preoccupante dell’attuale avvertenza “Evitare in gravidanza”. Per i prodotti già notificati, consigliamo di sostituire la precedente avvertenza con la nuova formulazione.

Questa soluzione è la migliore che i nostri tossicologi hanno trovato per mitigare le conseguenze del parere dell’SCCS. Tuttavia, è da notare che questa soluzione è temporanea e le restrizioni dovranno essere applicate rigorosamente se il parere del CSSC verrà recepito nella legislazione.

Ti invitiamo a familiarizzare con questo foglio Excel e a tornare da noi in caso di domande su questo nuovo metodo di valutazione/gestione del rischio.

Ci sono domande?

Pubblicazione della bozza di parere del CSSC sul retinolo e gli esteri di retinile

6 maggio 2016

Come indicato in questo articolo (10), il retinolo e gli esteri di retinile sono attualmente sul tavolo dell’SCCS, che ha il compito di valutarne la sicurezza d’uso nei prodotti cosmetici. Incaricato dalla Commissione Europea, l’SCCS ha potuto rispondere solo alle domande poste, la principale delle quali è stata:

Sulla base dei dati forniti, il Comitato Scientifico per la Sicurezza dei Consumatori (SCCS) considera la vitamina A (retinolo, palmitato di retinile, acetato di retinile, linoleato di retinile e retinale) sicura se utilizzata come ingrediente cosmetico:

a) nelle lozioni per il corpo fino a una concentrazione massima dello 0,05% di retinolo equivalente?

b) in creme per mani/viso, prodotti da lasciare in posa (diversi dalle lozioni per il corpo) e prodotti da risciacquare fino a una concentrazione dello 0,3% di retinolo equivalente?

Nel suo parere scientifico, il CSSC ha concluso che lo 0,05% di retinolo equivalente nelle lozioni per il corpo e lo 0,3% nelle creme per mani/viso, nei prodotti da lasciare in posa (diversi dalle lozioni per il corpo) e nei prodotti da risciacquare sono livelli di utilizzo sicuri.

La buona notizia è che l’SCCS non ha chiesto di abbassare questi livelli di utilizzo. La cattiva notizia è che la Commissione Europea probabilmente utilizzerà queste concentrazioni piuttosto basse, pari allo 0,05% e allo 0,3%, come base per lo sviluppo delle misure di gestione del rischio. A meno che l’industria non esprima le proprie preoccupazioni, verrà creata una nuova voce nell’Allegato III del Regolamento UE sui cosmetici per limitare l’uso del retinolo e degli esteri di retinile a queste concentrazioni.

Questo parere scientifico è ancora in bozza fino al 21 giugno 2016 e potresti partecipare alla consultazione pubblica per fornire dati sulla sicurezza che potrebbero modificare le conclusioni di questa valutazione del rischio.

In tal caso, ti preghiamo di comunicarcelo al più presto. Biorius raccoglierà i commenti e li sottoporrà alla Commissione Europea.

Author