Rapporto Francia della campagna di controllo sul mercato 2016

Il 23 giugno 2017, le autorità di sorveglianza del mercato in Francia (DGCCRF) hanno pubblicato un rapporto sulla campagna di controllo all’interno del mercato lanciata nel 2016, che si è concentrata su quasi 8.000 prodotti cosmetici e 1.527 negozi. Siamo orgogliosi di annunciare che tutti i prodotti valutati da BIORIUS sono stati considerati sicuri e conformi dalle autorità francesi.

Su 8.000 prodotti cosmetici controllati, le Autorità hanno individuato più di 500 problemi di conformità relativi all’etichettatura. Inoltre, sono stati analizzati circa 700 prodotti e i risultati sono stati sorprendentemente deludenti: Il 37% di essi non era conforme alla legislazione europea e il 15% non era sicuro. La polizia amministrativa è intervenuta in 188 casi e ha emesso multe. È stato imposto un ritiro dal mercato per più di 100 prodotti e, in 16 casi, le scorte sono state sequestrate dalle autorità e distrutte. In totale, il 22% dei prodotti cosmetici valutati dalle autorità francesi presentava almeno un problema di conformità.

Al di là dei banali problemi di conformità (elenco degli ingredienti errato, assenza di informazioni legali, presenza di ingredienti proibiti, assenza di dossier normativi, ecc:

Rivendicazioni :

  • Le autorità francesi puniscono severamente le affermazioni ingannevoli, non cosmetiche o non adeguatamente comprovate.
  • Indicazioni come “Fragrance free” sono attentamente valutate dalle Autorità e accettate solo in casi molto specifici (totale assenza di fragranze, ingredienti profumati e allergeni).
  • Affermazioni come “senza parabeni” sono accolte con grande freddezza e dovrebbero essere evitate.
  • Le affermazioni che evidenziano la presenza di ingredienti effettivamente utilizzati nel prodotto a concentrazioni molto basse sono considerate un serio problema di conformità. Allo stesso modo, sono illegali le indicazioni che estendono senza alcuna prova le proprietà di un ingrediente al prodotto.
  • Le affermazioni che tendono a presentare un prodotto cosmetico come un farmaco di solito portano a problemi seri.

Sicurezza e formula:

  • Il superamento dei limiti di utilizzo degli ingredienti soggetti a restrizioni può essere facilmente rilevato dalle autorità e di solito porta a problemi seri.
  • Le autorità francesi prestano molta attenzione alla presenza di metalli pesanti nei prodotti cosmetici e si consiglia di effettuare test analitici in modo proattivo.
  • Le autorità francesi osservano che i fascicoli informativi dei prodotti spesso non riportano il metodo di fabbricazione. BIORIUS ti ricorda che questa informazione è importante e deve essere fornita spontaneamente al momento dell’elaborazione del dossier.

Infine, anche le autorità francesi hanno segnalato alcuni problemi linguistici e hanno insistito sull’importanza di tradurre (almeno alcune parti) delle etichette dei prodotti in francese.

Nel 2017, le autorità francesi hanno deciso di concentrarsi su due punti specifici:

  • La valutazione della sicurezza dei prodotti cosmetici (valutazione dei dossier normativi e delle qualifiche dei valutatori della sicurezza).
  • Il controllo dei nanomateriali (quantificazioni analitiche dei nanomateriali e verifiche delle relative notifiche CPNP e delle liste di ingredienti).

Ci sono domande?

Author